top of page

L'ENDURANCE RITROVA LA SUA CASA NATURALE AI PRATONI DEL VIVARO



Il Centro Equestre Federale Ranieri di Campello di Rocca di Papa (Rm), lo scorso fine settimana ha accolto l'endurance italiano in una sorta di grande abbraccio regalando quelle sensazioni che si provano solo quando si è in famiglia, a casa, tra le persone care.

Il ricco cartellone di gara raccontava della 3ª Tappa Circuito FISE e Coppa Italia Giovani Cavalli, la seconda manche del circuito MASAF, l'ANICA con i suoi premi nonché la terza tappa del campionato regionale Lazio.

Immersi nelle distese di prati verdi con temperature che variavano dai 5° della notte ai 23° della domenica, i tre giorni trascorsi ai Pratoni del Vivaro sono scivolati rapidamente concludendosi sia il sabato che la domenica, con le consuete cerimonie di premiazioni animate dalla inconfondibile voce di Nico Belloni.

A transitare sotto la linea del traguardo di gara, sono passati 151 binomi per la gioia del Comitato Organizzatore targato Asd Vecchio Gufo le cui redini erano tenute dalle esperte mani di Severino e Maurizio Paolucci vicino alle quali hanno lavorato senza sosta il team Iacchelli nonché il referente endurance FISE Lazio Alessandro Salari.

Non potevano mancare in campo la domenica e durante le premiazioni, il Presidente della federazione Italiana Sport Equestri, l'avv. Marco Di Paola che si è spesso intrattenuto a chiacchierare con i cavalieri, il direttore del Centro Equestre Federale Deoadato Cianfanelli, Tiziana Caricchia, responsabile dell'Ufficio programmazione e gestione manifestazioni del MASAF, l'immancabile ispettore MASAF Pier Luigi Grassi e la consigliera ANICA Chiara Giacomello.



Il vero e proprio test-event degli imminenti Campionati Italiani assoluti, ha portato agli organizzatori parecchi e utili consigli logistici immediatamente annotati dagli stessi.

L'idea è quella di garantire il massimo confort ai tanti binomi che si riverseranno ai Pratoni del Vivaro dunque cancello veterinario da spostare e ingrandire, unitamente alle aree riservate al ristoro dei cavalli; a supervisionare le manovre il commissario tecnico della Nazionale Nando Torre a colloquio con il membro FEI (IGA) la veterinaria Antonia Mota e in costante contatto telefonico con il Capo Dipartimento Endurance Massimo Nova.

Il percorso di gara disegnato con cura è stato promosso da più parti; il tracciato ondulato, con saliscendi spesso importanti, per molti ha rappresentato quel tecnicismo che non guasta in un Campionato tricolore e che può rappresentare quel pizzico di difficoltà in più necessario per raggiungere gli ambiti trofei.

Gli immensi prati verdi del C.E.F. hanno decretato i vincitori della due giorni che ha di fatto segnato il ritorno dell'endurance a casa FISE.



La classifica generale di Coppa Italia e Circuito FISE Giovani Cavalli 2024 continua dunque a muoversi mentre siamo tutti in attesa del ranking aggiornato che arriverà a breve.

Sui podi presi d'assalto da stampa e fotografi privati, hanno sfilato i vincitori delle varie categorie tra sorrisi, talvolta lacrime ed applausi.

Durante le fasi di premiazione della domenica, sembrava di essere in Coppa delle Regioni con tanti team colorati nelle loro divise seduti a semicerchio attorno al podio.

Le classifiche dettagliate, ben elencate su https://www.enduranceonline.it/ raccontano della vittoria in CEI2*, la lunga della kermesse, della pluricampionessa umbra COSTANZA LALISCIA su CADZYA DU BARTHAS che ha chiuso a 16,06 di media e con un ultimo giro a 18,36 a conferma del rispetto che il tracciato dei Pratoni richiede.


COSTANZA LALISCIA su CADZYA DU BARTHAS

Alle sue spalle l'abruzzese SIMONE GIGANTE con MUADDH e il cavaliere emiratino AL SHAMSI AHMED ALI SULTAN su HALUNA LA REVERIE AA.

La CEI1* è andata al campano GIOVANNI MARIGLIANO con ZIUPEDDE DE ZAMAGLIA seguito dal lombardo DANIELE SERIOLI su GRAINE DE FOLIE VIII. Terza piazza per FEDERICA MANDELLI su BURGOS.


GIOVANNI MARIGLIANO con ZIUPEDDE DE ZAMAGLIA

Nella 100 km YJ1* l'alloro è andato all'amazzone sarda MARICA ANNA MARRAS con BYRON DEL MA seguita dalla piemontese LUDOVICA GRASSO con PENANG e dalla tesserata in Toscana EVELYNN TUTUIANU con BAHAR DAR.



MARICA ANNA MARRAS con BYRON DEL MA

E' la volta della domenica e la doverosa passerella dei vincitori; a supervisionare la giornata riservata al "futuro dell'endurance", la referente FISE settore Pony Arianna Bonanno, visibilmente soddisfatta anche per i risultati raggiunti dai suoi giovani.


Cominciamo con la CEN B 81 km che ha salutato in alto la tesserata in Lazio SELVAGGIA MANZI con FAISAL BY DIGOMA.

Stessa categoria ma di regolarità, dunque MASAF, vittoria per il toscano GIUSEPPE DUCCI ed EMOSZJONANTE.

Nella CEN A 40 km. vince il cavaliere di casa EMANUELE FONDI con SOCRATE DEL MA mentre la debuttanti 20 km MASAF è andata alla toscana IRENE LUCIA e ALRIYAH D AMIATA.

La CEN B/R riservata agli U14 è volata in Umbria ad opera di GIADA NERI su GIOVE mentre in CEN A sempre categoria U14, vittoria per il laziale ANDREA APPIGNANESI con BERULA ERECTA.

La giornata volge al termine con la U14 20 km. rimasta nel Lazio a firma FALCONI ASIA con JURA DEL VALLONE.


L'appuntamento al centro Equestre Federale di Rocca di Papa è ora fissato per il lungo week-end 17-19 maggio quando si assegneranno le medaglie dei Campionati Italiani.





Le foto delle premiazioni della due giorni sono su: https://www.facebook.com/sportendurance.evo/


173 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page