top of page

L'ENDURANCE IN ABRUZZO TORNA A CRESCERE; BUONI NUMERI IN GIRO PER LO STIVALE



Il 6 aprile di 15 anni fa, alle 3:32 di notte, L'Aquila, il capoluogo d'Abruzzo e tutti i suoi comuni fino anche a Vittorito, fu colpito da un terrificante terremoto che costò la vita a 309 persone.

Ebbene a Vittorito (Aq), sede della gara di endurance di domenica 7 aprile, l'endurance, la disciplina più dura, mostra finalmente i suoi muscoli come a voler omaggiare le vittime e tutte le persone che hanno sofferto in quel maledetto 2009 e che ancora oggi portano dentro strascichi pesanti.


Vittorito ha usato i numeri per ricordare questo triste giorno, numeri ai quali aveva da sempre abituato gli appassionati italiani.

Il contatore iscritti finalmente in Abruzzo inverte il trend tornando a crescere seguendo l'andamento già dettato dalla prima di campionato che si è disputato a Sant'Eusanio del Sangro a casa del referente endurance Abruzzo Massimo Verna.

A casa Marrama sono attesi 63 binomi che per un regionale è un numero di tutto rispetto.


Dopo gli oltre 100 in arrivo a Sannazzaro de' Burgondi in Lombardia, i 50 a Città della Pieve in Umbria, i 47 di Cerveteri (Rm) e i 20 di Castelvolturno (Ce), qui a L'Aquila, nella nostra piccola redazione che resiste da 21 anni, non ci rimane che accomodarci sul divano e, smartphone in mano, ci apprestiamo a seguire le gare per celebrarne poi i lorio vincitori.


A tutti buon divertimento perchè in fondo è questo lo scopo di tutto, godere e stare bene mentalmente e fisicamente.

109 visualizzazioni0 commenti

Σχόλια


bottom of page