top of page

L'AREZZO EQUESTRIAN CENTRE PRESO D'ASSALTO DALL'ENDURANCE



La stagione sportiva dell'endurance internazionale italiano ha scritto lo scorso fine settimana ad Arezzo, il suo ultimo atto dell'anno.

L'endurance si è impadronito di uno dei templi del salto ostacoli italiani, l'Arezzo Equestrian Centre, colorandolo e animandolo della smodata passione di tanti atleti provenienti da 14 paesi del mondo e da gran parte della nostra penisola.

La regia del Festival Terre Toscane 2023 nelle mani del team Generali, non ha deluso i presenti che, nonostante il freddo glaciale, ha risposto positivamente con grande entusiasmo.

Nel week-end in cui si celebrava la Giornata Internazionale per l’Eliminazione della Violenza sulle Donne ufficializzata dalle Nazioni Unite nel 1999, mentre l'Italia del tennis conquistava dopo 47 anni la Coppa Davis e a Valencia in Spagna Francesco Bagnaia si aggiudicava per la seconda volta di fila il titolo mondiale in MotoGP, ad Arezzo si assegnavano tanti titoli, coppe, targhe e premi, a coronazione di un anno in cui l'endurance equestre ha alzato fortemente la voce in Europa e nel mondo.

Ad avvicendarsi sul palco delle premiazioni nella due giorni di sport, tante figure vicine al mondo del cavallo a cominciare dal neo direttore generale per l'ippica Remo Chiodi recentemente nominato dal sottosegretario al MASAF, il senatore Patrizio La Pietra.

La premiazione condotta da Nico Belloni, ha applaudito i vincitori delle tante categorie in cartellone con i premi consegnati, oltre che dal citato Chiodi, dal funzionario Masaf Tiziana Caricchia, dall'ispettore MASAF Pier Luigi Grassi, dall'assessore allo sport e alle politiche giovanili del Comune di Arezzo Federico Scapecchi e dalla consigliera ANICA Chiara Giacomello.





LA GARA


All'alba di sabato mattina, il grande prato adiacente il centro ippico, che per via della severa brinata notturna sembrava a prima vista un suggestivo campo da hockey su ghiaccio, è stato attraversato da circa 250 cavalli ognuno con un obiettivo diverso e con quello comune di divertirsi.

Il rodato percorso, veloce, comodo e sicuro, presidiato alla perfezione ad ogni attraversamento, ha regalato a tutti momenti di sport importanti ed un esperienza di alto livello tecnico grazie all'impeccabile solita organizzazione del C.O. targato Generali.


Il cartellone era ricco di impegni a cominciare della CEI3* iniziata e finita al buio. A scrivere in alto il proprio nome è stato il cileno residente in Italia VIADA DE VIVERO BONI in sella a MAGIKA DEI LAGHI che ha chiuso la sua prova a 17,972 km/h staccando di 34 minuti la slovacca MALIKOVA KLEINOVA DOMINIKA con MOLTA e di oltre un'ora il bulgaro STOYCHEV IVAN su MANABA.


VIADA DE VIVERO BONI con MAGIKA DEI LAGHI

La CEI2* del sabato - Campionati Italiani Masaf 7-8 anni e Campionati Italiani ANICA 7-8 anni Open - è andata alla campionessa italiana in carica LALISCIA COSTANZA con ZAGARA DI CHIA a quasi 20 km/h di media totale!

In volata ad un secondo dall'umbra, l'abruzzese GIGANTE SIMONE e HADESS EL FAYAD e dopo solo un secondo la romagnola IOSA LINDA con NIKITA LADY.

Per il MASAF sul podio sono saliti nell'ordine ZAGARA DI CHIA, il quinto posto di categoria di MOGADISCIO BOSANA agli ordini di ORIGGI DIANA e KENDRA con BELLACCINI LUCREZIA, settima.


LALISCIA COSTANZA con ZAGARA DI CHIA

Sulla stessa distanza ma nella categoria riservata ai young riders, vittoria di misura di PISANO MARTINA e ZAGAIA DEI LAGHI che ha preceduto di un secondo la compagna di regione, la Valdostana nonché medaglia di bronzo a squadre agli scorsi Young Riders World Championships, LUSTRISSY ALESSIA con EDINBURG.

A seguire a 16,48 di media, la sarda ORECCHIONI MARIA LETIZIA GRAZIA in sella ad AMORE.


PISANO MARTINA con ZAGAIA DEI LAGHI e LUSTRISSY ALESSIA con EDINBURG

Scendendo di chilometraggio e fissando l'ago sul numero 100 (Finale Circuito Masaf 6-7 anni e Campionati Italiani ANICA 6-7 anni Open), plauso alla piemontese TORRE CATERINA con VIDA AL ALFABIA che sul podio non sapeva più dove posizionare i tanti premi riscossi!

Alle sue spalle dopo una manciata di secondi, il toscano BUCARELLI LUCA con BIDUNELE DI BARBAGIA e a seguire la bandiera francese di MAZZONI SANDRA e TIHARA DU CAVALLON.


TORRE CATERINA con VIDA AL ALFABIA

Per la categoria MASAF sul podio VIDA AL ALFABIA, BIDUNELE DI BARBAGIA e per il quarto posto in classifica BACCHIS montato dall'abruzzese MONIZ GIULIA.


FAGIANI MARIACHIARA e HAIFA DU BARTHAS

Nella CEIYJ1* 100 km. vittoria per l'umbra FAGIANI MARIACHIARA e HAIFA DU BARTHAS, seguita dalla veneta DI ROSA MELISSA con ZENOBI e dalla tesserata nel Lazio DI SANTO GIOVANNA con NIKITA RAH.





Dopo la notte di riposo per tutto lo staff organizzatore, l'appuntamento era per l'alba della domenica quando il termometro faceva registrare punte di 4 gradi, sotto lo zero ovviamente.


Si correva il round 2 delle CEI3* e CEI2* in due giorni; per la 93+93 km. grande vittoria per la toscana CIANFERONI PATRIZIA con QUINTANA (17,243 km/h) seguita dal lombardo FEDRIGA MAURO con KIMONO DELL’ORSETTA (17,208 km/h).


CIANFERONI PATRIZIA con QUINTANA

La 73+73 km. va in Francia ad opera di SCHUMACHER NOLL JENNIFER con ALMA. La transalpina ha preceduto la veloce padrona di casa MARZOTTO ITA EMANUELA ANNA con JM HESSA (19,542 km/h) e il veneto ZAMBON SIMONE con SHALIMAR DI PEGASO.


SCHUMACHER NOLL JENNIFER con ALMA

Il trofeo della categoria CEI2* è volato in oriente grazie alla vittoria del cinese WANG ZHIQIANG in sella a MARERE HANET. Alle sue spalle il bravissimo abruzzese SIMONE GIGANTE che in sella a OULIA è stato capace ad Arezzo di bissare il podio.


WANG ZHIQIANG con MARERE HANET

Ad aggiudicarsi la CEI1* la tesserata in Emilia Romagna GALLI VALENTINA con NINA DE BEAUREGARD, davanti all'umbro ZAMPAGLI MATTEO e FAULINE DE LUC e al campano CALVANESE CARMINE con AJ LAFI.


GALLI VALENTINA con NINA DE BEAUREGARD

La domenica ad Arezzo era il momento di decretare i campione del Festival Terre Toscane 2023, progetto che con il suo ranking mira a sostenere e valorizzare i cavalieri che competono e passano per le categorie nazionali quali la CEN B, la CEN A e la debuttanti.


Prima di dare spazio alle classifiche del ranking che avranno nei prossimi giorni la giusta vetrina sul nostro sito, plauso ai vincitori delle cat. nazionali di Arezzo iniziando dalla CEN/B vinta dalla toscana BIGAZZI DENISE e SCEICCO.


BIGAZZI DENISE e SCEICCO

Per la CEN A e la debuttanti, entrambi finali MASAF e premio ANICA, le luci della ribalta sono state per il toscano DUCCI GIUSEPPE ed EMOSZJONANTE in CEN A, per l'umbro MENICAGLIA GIOVANNI/FURIA BUIA e per il tesserato in Emilia Romagna FILENI PIER FEDERICO/OSINO BOSANA.



A concludere la categorie entry, la debuttanti 27 km. che ha salutato il podio formato dal sardo CARTA CARLO con DOMUSNOVAS BY QUIRRA, dal toscano PANORI PAOLO e DZIVAGO D'AMIATA ed ancora dalla romagnola IOSA LINDA con VALENTINA CASAGOBBA. Il premio Masaf e è andato a DOMUSNOVAS BY QUIRRA, a DZIVAGO D AMIATA e al quarto posto di DRAGOSTEA AA. Per i premi ANICA rifarsi alle classifiche su EnduranceOnLine





RANKING FESTIVAL TERRE TOSCANE 2023

Sponsored by Burioni, Podium, Pariani, Sergio Grasso





Categoria CEN/B - CEN B/R


1° Denise Bigazzi

2° Francesco Colombo

3° Vincenzo Abbruzzese


Categoria CEN/A


1° Leonardo Bellaccini

2° Giorgia Baldicchi

3° Marco Gurieri


Categoria debuttanti


1° Serena Cestelli

2° Alice Monnanni

3° Gaia Maria Gatta


...seguiranno approfondimenti e curiosità sui vari argomenti quali MASAF, ANICA, RANKING Festival Terre Toscane 2023 con la dedica fotografica a quest'ultimo.


Risultati su EnduranceOnLine

foto by SportEndurance/Oreste Testa/Ludovico Ciotola





169 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page