CIAO FAUSTO, GRAZIE DI TUTTO E BUON VIAGGIO



Con il cuore in gola informo tutti coloro che avessero avuto il privilegio di conoscerlo, che ci ha lasciato Fausto Perniè, uomo di cavalli e grande sportivo.

Si è arreso dopo aver lottato pochissimo tempo fino all'ultimo cancello, non so se è stato eliminato o se ha fregato tutti ritirandosi; ci piace pensare alla seconda ipotesi.

Fausto, viveva ormai a L'Aquila da anni con la sua famiglia, la sua azienda ed i suoi cavalli al San Just di Paganica dell'amico Carlo Rossi.

Un uomo schivo, silenzioso, di poche parole ma quando parlava lo faceva con cognizione di causa perché amava approfondire gli argomenti, equestri nella fattispecie.

Grande sportivo, istruttore di karate, amante della corsa, della bici, dell'endurance; era sempre aggiornato su argomenti di tecnologia ed informatica dunque teneva sempre sotto controllo i suoi parametri vitali e con la performance nel cervello.


Quante ripetute andavamo a fare insieme con ogni condizione meteo!



Antonella Bottiglione e Fausto in 160 km. a Gubbio


E' stato uno dei primi ad applicare la scienza all'allenamento del cavallo accostandolo a quello dell'uomo. Alimentazione e programmi di training, erano il suo pane quotidiano.

E' anche grazie a lui che oggi sono qui a scrivere perché mi ha insegnato, insieme ad Agostino Fiordigiglio e Luciano di Francesco, tutto quello c'era da sapere sull'endurance, quello vero, quello originale, quello di un tempo andato.

Ho rubato e carpito molte informazioni che in silenzio ho fatto mie e che porterò sempre nel mio cuore.


Te ne sei andato troppo presto Perniè, ti vogliamo bene...


Nella foto datata, Fausto con Antonella e Luca Giannangeli


1.092 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti