top of page

CHIUDE TRA APPLAUSI E SORRISI SARDEGNA ENDURANCE FESTIVAL 2023



Nel suggestivo anfiteatro dell'Horse Country Resort Congress & SPA di Arborea, lo scorso sabato 23 settembre, con la cerimonia di premiazione, è calato il sipario su Sardegna Endurance Festival 2023. Il fortunato format promosso da Ala Birdi Equincenter, ha scritto un'altra pagina di sport nel Golfo di Oristano, ormai territorio votato ed abituato all'endurance.

Il ricco cartellone di gara, test-event del Campionato d'Europa Young Riders e del Mondiale Giovani Cavalli 2024, era completato dal penultimo appuntamento con il Circuito FISE e Coppa Italia Giovani Cavalli nonché dalla presenza del Masaf e dell’ANICA che hanno contribuito in maniera importante a dare lustro all'evento.

Nel giorno il cui l'estate passava il testimone all'autunno, il meteo ha provato a rovinare la festa sorprendendo tutti all'imbrunire del venerdì pre-gara esibendosi con una vera e propria bomba d'acqua.

Alle 2.00 di notte il comitato organizzatore, fatta la conta dei danni subiti alle strutture del cancello veterinario, ha riunito attorno a sé tutte le maestranze disponibili all'Horse Resort, le quali, tenendo fede alla forza del cuore sardo, si sono attivate per presentare ai primi cavalieri alla partenza delle 6.30 del mattino, un parterre rimesso a nuovo.


E' partito dunque senza problemi il test-event che ha regalato scorci mozzafiato ai fortunati atleti che hanno potute godere della bellezza del territorio nonché di un tracciato veloce e sicuro.




A mettere i titoli di coda alla gara lunga di giornata ci ha pensato la plurimedagliata Costanza Laliscia che in sella ad Assim du Barthas, ha chiuso la CEI2* alla media di 17,04 km orari.

Insieme all'amazzone umbra, ha tagliato il traguardo la collega di regione Mariachiara Fagiani con Feria de Vergnes che ha vinto la CEI2YJ1*.


Winner CEI2 e CEI2YJ Costanza Laliscia e Mariachiara Fagiani


A completare il podio della CEI2* è stata la sarda Paola Musio con Una Lady e la francese Sandra Mazzoni con Hanima du Cavallon.

Argento e bronzo nella CEIYJ2* per il friulano e figlio d'arte Nicholas Scola con Ciliegio della Bosana e per la valdostana Giorgia Pisano con Zagaia dei Laghi.

Le gare internazionali si sono chiuse con le due 100 km. vinte per la CEI1* senior dalla francese Jennifer Noll Shumacher con Alma e dalla sarda Marica Anna Marras con Byron del Ma nella young rider.


Winner CEI1 Jennifer Noll Shumacher

Nella CEI1* senior seguono sul podio Emanuela Ita Marzotto con Akela d’Acacia e a seguire Luca Mura dalla Sardegna con Abba di Gallura.

Per finire seconda e terza piazza in CEIYJ1* per la friulana Sofia Onesto con Deuss by Panduss e per la sarda Maria Letizia Grazia Orecchioni su Amore.


CEIYJ1 volata Marica Mass e Sofia Onesto, prima e seconda

A salutare e premiare i protagonisti della lunga giornata di sport, comprese le gare regionali, sono intervenuti rappresentanti delle istituzioni locali e regionali, nonché della Federazione Italiana Sport Equestri, del Masaf (Ministero dell'Agricoltura della Sovranità Alimentare e delle Foreste) e dell'ANICA (Associazione Nazionale Italiana Cavallo Arabo).


Ad osservare da vicino i tanti cavalli impegnati in gara, non poteva mancare il C.T. della nazionale Nando Torre e il team Vet della nazionale Nicola Pilati nell’occasione impegnato nell'evento. In costante contatto telefonico anche il Capo Dipartimento Massimo Nova che a chiusura dell'evento, si è complimentato con l'organizzazione per la sua riuscita.


Con musica e bandiere al vento si sono avvicendati sul podio i vari vincitori e finishers premiati dall'Onorevole e Consigliere regionale Emanuele Cera, dalla sindaca di Arborea Manuela Pintus, dal Presidente della FISE Comitato Regionale Sardegna Stefano Meloni, da Sonia Negri segreteria FISE, dall'Ispettore del Masaf Pier Luigi Grassi e da Chiara Giacomello, consigliere ANICA.



Con l'ottimo aperitivo cenato offerto dallo sponsor locale Cantine Spanu, dopo aver ringraziato gli sponsor tecnici dell'evento Setzi ed Equiplanet, non resta che aspettare settembre del prossimo anno quando sventoleranno decine di bandiere a bordo piscina dell'Horse Country Resort, per i due attesi eventi internazionali targati FEI (Federazione Equestre Internazionale).


Foto per Sport Endurance by Oreste TESTA



Storia, tradizione, fenicotteri e cavalli














193 visualizzazioni0 commenti

Comments


bottom of page