top of page

ASPETTANDO L’ULTIMO STAGE DI ROMA, CHIUDE LA STAGIONE 2023 PER IL PROGETTO PONY ENDURANCE FISE



Con lo stage pony del ponte dell’Immacolata ai Pratoni del Vivaro presso il Centro Equestre Federale, la lunga stagione del Dipartimento FISE Endurance Pony e U14 capitanato da Arianna Bonanno, volgerà al termine.

"In attesa dell’imminente stage ai Pratoni, posso già anticipare che è stato un anno ricco di appuntamenti e di idee sempre pronte ad essere messe in campo e sviluppate. Con lo stage in Sardegna, in Emilia Romagna e in Puglia, abbiamo coronato un anno interessante per i più giovani che vantano oggi nel loro bagaglio culturale, qualche arma in più per affrontare le sfide agonistiche future".

Così al termine dello stage presso il centro ippico Argentone (Br), ha chiosato la Bonanno visibilmente soddisfatta per i numeri raggiunti nello stage in Puglia; si sono registrati infatti ben 42 partecipanti provenienti da diversi centri ippici della regione.

Il mondo pony ed Under14 venivano da altri due interessanti appuntamenti, quello di settembre al sempre suggestivo C.I. Alabirdi di Arborea in Sardegna e quello di ottobre a Piacenza in casa Bosana.

Proprio in quest'ultimo che vedeva protagonisti gli under14, il progetto FISE ha centrato un altro bel risultato con atleti rappresentanti di 5 diverse regioni quali l'ospitante Emilia Romagna, la Liguria, il Lazio, il Piemonte e persino la lontana Valle d’Aosta

A seguire i ragazzi U14 il tecnico di III livello Angela Origgi, sua sorella l’istruttrice Irene Origgi e per la parte tecnica e veterinaria il dott. Niccolò Sirtori.



Tornando in Puglia la storia racconta di due giorni di lavoro intenso facilitati dalla piacevole e cordiale accoglienza dello staff dell'Argentone Asd.

Il comune denominatore della due giorni, oltre al buon umore che non guasta mai, è stata la formazione con il suo pool di esperti.

A tenere banco, oltre che la citata referente nazionale Arianna Bonanno, la referente FEI in seno alla commissione endurance FISE Patrizia Giacchero (tecnico III livello), la veterinaria dott.sa Maria Convertini e la referente di giudici Puglia Deborah Giorgi.

A seguire il lavori un attento Capo Dipartimento Massimo Nova e il CT della Nazionale italiana Nando Torre.



I lavori si sono alternati tra quelli “sui banchi”, dunque teorici, e quelli più simpatici in campo toccando i vari aspetti più importanti dell'articolata disciplina dell'endurance.

Simulazioni di gara, visite veterinarie, dalle assistenze ai trotti, approfondimenti sulla corretta gestione del cavallo, la sua alimentazione, il suo allenamento ecc. questi alcuni passaggi dello stage.



Cura particolare è stata dedicata all'importanza dello spirito di squadra, all'appartenenza ad un gruppo ed al rispetto reciproco senza dimenticare il welfare del cavallo, quest’ultimo il vero protagonista della dura disciplina equestre scelta dai giovanissimi.


Dopo lo stage ai Pratoni, breve stop Natalizio per le attività di settore e poi, “su le maniche” per affrontare nuove sfide e preparare i futuri cavalieri ed amazzoni di domani.




72 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti
bottom of page