AREZZO BAGNATA, AREZZO FORTUNATA

Aggiornamento: 20 nov




E' calato il sipario sul primo giorno di gara all'Arezzo Equestrian Center; nella manifestazione organizzata dal Team Generali, oggi i riflettori erano puntati sulle lunghe di giornata con particolare attenzione al Campionato Italiano MiPAAF 7 Anni Open e alla Finale Circuito Giovani Cavalli MiPAAF 6 Anni, sempre Open.

Soltanto la pioggia ha cercato di rovinare la festa iniziata con un meteo che non prometteva nulla di buono; a sottolinearlo l'instancabile Alessandro Generali che al termine del lungo e faticoso day one, ha dichiarato: "abbiamo voluto pensare anche alla terra dunque ai prodotti che poi andranno a sfamare i nostri amici cavalli. La pioggia era necessaria, è un bene primario per l'agricoltura tutta, dunque, ecco che abbiano fatto piovere!! Scherzi a parte, ci è dispiaciuto che le tante amazzoni e gli altrettanti cavalieri abbiano sofferto la pioggia, intensa a tratti ma questo è l'endurance, lo sport che abbiamo scelto di vivere con ogni condizione. Grazie di cuore a tutti".



Alessandro Generali

La giornata è iniziata prestissimo, come vuole una 160 km. di fine novembre.

Alle 5 del mattino, il giro giallo illuminato ogni 100 metri circa da luci star light che hanno aiutato non poco i cavalieri partenti, ha dato il via alla lunga giornata.

Comodissima e al coperto, l'area veterinaria si è rivelata decisiva e confortevole visto il meteo. L'attenta commissione giudicante ha lasciato i suoi verdetti finali sotto lo sguardo attento dell'apprezzato servizio di live-streaming adottato per l'occasione.


L'ampio prato dedicato al cross country ha decretato i suoi vincitori che si sono battuti su un terreno reso viscido dalla pioggia ma pattugliato in ogni suo centimetro dallo staff della onnipresente Protezione Civile.

A salire sul gradino più alto del podio la francese Camille Coulomb su Sharon de Suleiman che è partita ed arrivata nella totale oscurità (17,55 km/h la sua media).

La transalpina ha tagliato il traguardo insieme all'esperta connazionale Virginie Atger in sella a Warda de Galahad.

Terzo gradino e prima degli italiani, Aurora Salvati con Nevosu (16.85 la sua media).



1° CEi3* Camille Coulomb su Sharon de Suleiman


A mettere i sigilli alla CEI2* ci ha pensato il brasiliano Pedro Stefani Marino in sella a Conan D Jok Trio che ha chiuso alla media di 19,69 km/h.

Alle sue spalle un applauditissimo Antonello Mulas con Su Rai che ha preceduto Costanza Laliscia e Assim du Barthas.

Sulla stessa distanza ma tra gli young riders, vittoria per Damiano Vicario e Warzone che fissano il cronometro alla media di 18,87 km/h.


Alle sue spalle Carolina Lanza con Richmond Star e Greta Barbera con Ba Ila de Rodet.



1° CEi2* Pedro Stefani Marino su Conan D Jok Trio

1° CEI2JY* Damiano Vicario e Warzone

Nelle due 1* le firme portano i nomi di Simone Gigante con Hadess El Fayad (18,81 km/h) nella senior e Anna Marica Marras con Selena Moon (18,76 km/h).


1° CEI1JY* Simone Gigante con Hadess El Fayad



1° CEI1JY* Anna Marica Marras con Selena Moon

Il podio della senior continua con Alessandra Brunelli e Edwin des Eymes e Valentina Galli con Atriviu de Iloi.

Per la YR seconda e terza piazza per Mariachiara Fagiani con Feria de Vergnes e Giulia Kybett Vinci con Manaar.


Domani il Trofeo Equestrian Center riaprirà i cancelli per gara 2 dove si disputerà altra importante tornata di endurance con la Finale Circuito Giovani Cavalli MiPAAF 5 e 4 anni.


Risultati dettagliati su Enduranceonline, a seguire le posizioni per le classifiche MiPAAF.


N.B. Ricordiamo che le foto di tutto l'evento by SportEndurance (Oreste Testa e Ludovico Ciotola) saranno pubblicate lunedì sera su www.sportphoto.smugmug.com




265 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti