top of page

SANTA SUSANNA: BENE GLI ITALIANI IN SPAGNA



L'edizione numero 69 del Raid di Santa Susanna che vedeva impegnati 7 binomi italiani, si è conclusa all'Hotel Mercury tra applausi ed emozioni.

Quattro sono gli atleti italiani che sono riusciti a portare a termine la propria dura prova confrontandosi con un percorso tanto bello quanto severo.

Come preannunciato il prossimo 12 Dicembre alle ore 20.30, saranno invitati nella trasmissione ENDURANCE & dintorni, tutti i finishers dell'evento ma le porte sono apertissime anche ai tre che non hanno portato a termine la propria prova che comunque resterà nel proprio bagaglio sportivo/culturale per sempre.

Chi fosse interessato e avesse voglia di partecipare raccontando la propria esperienza, anche non nelle vesti di cavaliere, puoi scrivere a sportendurance@gmail.com per proporsi e ricevere il link diretto per accedere durante la live.

Il raid di Barcelona è una gara magica, senza tanti infiocchettamenti ma che lascia il segno sia ai partecipanti che a tutti gli accompagnatori; plauso dunque a tutti i presenti e passerella d'onore a chi ha messo la propria firma sulle classifiche finali.




Nella categoria CEI2* di 70+70 chilometri (38 partenti; 20 classificati) il piacentino Andrea Palla si è classificato al settimo posto in sella a Salamone di Sicilia dopo aver chiuso le due giornate di gara alla media di 15,536 chilometri orari. Grande prova per lui.

Sul traguardo è giunto anche Claudio Bellagente con Niemen, 17esimo (14,677 km/h).




Grande il risultato delle due giovani azzurre che hanno preso parte al CEYJ2* di 70+70 chilometri (10 partenti; 6 classificati).

Carlotta Ganelli, 17enne romana, ha chiuso al quinto posto con Free Gemma (14,687 km/h) seguita dalla 20enne Martina Vida, sesta con Erica Bosana (14,565 km/h).





Si ringraziano i cavalieri e le amazzoni per le foto inviate in redazione e che vedete pubblicate.

328 visualizzazioni0 commenti

コメント


bottom of page