Vittorito 2017: un internazionale d'eccellenza

Lo scorso fine settimana, in quel di Vittorito (Aq), si sono vissute delle giornate molto intense e piacevoli, dove l'assoluto protagonista è stato l'Endurance che, ancora una volta, ha trovato nelle strutture della famiglia Marrama  location  confortevole. L' Internazionale di sabato 8 aprile u.s. ha avuto ai nastri di partenza ben 74 binomi. La CEI3* (160 km) - 9 partenti ; 3 classificati - ha visto primeggiare Luca Compagnoni in sella a Kida; media gara di 16,832 km/h. Podio "tutto rosa" nelle due CEI2* (120 km) : nella "Open"  - 28 partenti ; 20  classificati - sul gradino più alto è salita Linda Iosa, grazie alla performance di Nab Shakim. Media gara: 19,118 km/h. Nella "Juniores" -  9 partenti ; 6 classificati - si è affermata Valentina Galli su Putzu Sole. Media gara:16,886 km/h. Un'altra amazzone, anch'ella di nome Valentina ma di cognome Vezzoli ha "dettato legge" nella "bassa internazionale", la CEI1* (81 km) alla media gara di 19,610 km/h, in sella a Sultano by Libia. In questa categoria sono state 28 le "pettorine al via" , quelle "arrivate in fondo" 21. Il presidente della Fise, l'avvocato Marco Di Paola, il consigliere federale nazionale Eleonora Di Giuseppe e il presidente del Comitato regionale Abruzzo, Rocco De Nicola, hanno presenziato la cerimonia di premiazione, testimoniando la concreta vicinanza dell' istituzione Fise all' Endurance. In archivio -  lo affermiamo senza timore di essere smentiti - una bellissima pagina di Endurance abruzzese, italiano ed internazionale.   Filippo Caporossi