Su il sipario a Castiglione del Lago

2L'eleganza e la storia di Palazzo della Corgna hanno tenuto a battesimo stasera la presentazione ufficiale di Umbria Endurance Lifestyle 2015. Sala Ascanio gremita ed entusiasmo vero, quello confessato dagli ospiti, che chiamati in causa dalla conduzione di Nico Belloni hanno tagliato idealmente il nastro dell'evento: la presidente del comitato regionale della Federazione italiana sport equestri Mirella Bianconi, l´assessore regionale all'Anbiente Silvano Rometti, il vice sindaco di Castiglione del Lago Romeo Pippi, il presidente regionale del Coni Domenico Ignozza, (in foto il vicepresidente de Guzzini Paolo Guzzini e il ceo e chairman di sistemaeventi.it Gianluca Laliscia). Dell'orgoglio e del piacere di esserci, a 14 anni di distanza dalla memorabile edizione del Campionato europeo open del 2001, ha parlato Gianluca Laliscia, entusiasta nell'annunciare la presenza al via delle gare di Umbria Endurance Lifestyle 2015 di ben 180 binomi. "Sarà una grande festa dell'endurance - ha detto il 'motore' dell'evento di Castiglione del Lago - e il nostro impegno è tutto concentrato nel garantire a tutti le migliori condizioni per dare il massimo su uno dei percorsi più belli e tecnicamente validi a livello mondiale. Riusciremo a farlo grazie al lavoro di duecento persone e alla dedizione della gente e delle associazioni del Trasimeno, che anche in questa occasione ha accettato di rimboccarsi le maniche per fare in modo che questo territorio si presenti al meglio. Penso ai proprietari dei terreni attraversati dalle gare, ma anche al personale delle forze dell’ordine, ai volontari dell’Associazione nazionale carabinieri e a quelli della Misericordia, che garantiranno la sicurezza di un percorso che, solo per dare un dato, prevede ben 43 attraversamenti stradali". Ha raccolto orgogliosamente l'assist il vicesindaco Pippi, sinceramente convinto che "Castiglione del Lago saprà assicurare un contesto esaltante, fatto di luoghi di grande pregio naturalistico e di una cultura dell'accoglienza". L'assessore regionale Rometti ha invece sottolineato un dato significativo: "Se ci troviamo qui a tanti anni di distanza dal primo evento è perché stiamo parlando di un evento che è stato capace di crescere sempre e di presentare la nostra regione su palcoscenici internazionali non soltanto sportivi, ma anche legati alle sinergie economiche e allo sviluppo del turismo". Dello stesso avviso il presidente regionale del Coni. "Sport e turismo - ha detto Domenico Ignozza - si confermano anche in questa occasione un binomio di grande prospettiva ed è per questo che il mondo dello sport guarda con grande partecipazione a Umbria Endurance Lifestyle". 1 Appassionata la testimonianza della presidente del comitato regionale della Fise, Mariella Bianconi: "L'Italia ha un cuore verde che è l'Umbria, ma il cuore dell'Umbria batte per lo sport, in particolare per l'endurance e per le discipline equestri, che non perdono occasione per regalarci le imprese dei nostri campioni, a cominciare da Costanza Laliscia, campionessa junior & young riders in carica". Assente per impegni istituzionali, il presidente della Fise, Vittorio Orlandi ha inviato al "popolo" di Umbria Endurance Lifestyle 2015 una lettera ricca di significati. Orlandi ha formulato i migliori auguri "a un evento consolidato e a una location storica per l'endurance, che ne sa esaltare le grandi valenze ambientali, grazie a un comitato organizzatore al quale va il merito di aver creato negli anni un formati vincente in fatto di sport e di sinergie economiche internazionali".