L'endurance in terra sarda: "una scommessa vincente"

Mai come in questo ultimo anno l'endurance in Sardegna aveva vissuto una vitalità così concreta. Sarà il grandioso risultato in Europa dell'amazzone gallurese Mara Feola ad aver scaldato i già focosi animi sardi ed a risvegliare quella passione equestre mai sopita in questa terra, fatto sta che tutti hanno "sete di endurance". Anche i media locali se ne sono accorti, dedicando spesso ampie pagine all'argomento endurance che ha tutte le carte in regola per attrarre appassionati da tutto il "continente", come dicono i sardi. Certo, come in tutte le buone famiglie (FISE) gli attriti interni esistono, le vecchie rivalità, gli antichi rancori mai risolti, ma siamo certi che alla fine a trionfare sarà la passione, la voglia di crescere e di valorizzare l'endurance. La presenza domenica scorsa sul gelido campo gara di Capoterra dell'attuale Presidente FISE Maria Grazia Sechi, fa ben sperare ed è un segnale tangibile che la federazione in regione punta sull'endurance come realtà vincente e trainante. Di seguito un paio di articoli dedicati all'endurance apparsi sulla stampa sarda

Art. 1 - Art. 2