L’endurance di un tempo

Una giornata tipicamente invernale, non piovosa per fortuna, ha accompagnato nello svolgimento la gara di endurance svoltasi a Vittorito in Abruzzo lo scorso fine settimana.
Il Comitato organizzatore, “I Cavalieri dell’Antera”, ha predisposto, come di consueto, “la base operativa” presso le strutture del Campo Sportivo cittadino.
Ad iscrizioni ultimate sono risultati essere 47 i binomi pronti a darsi battaglia e cosi ripartiti nelle 3 categorie in programma:
13 nella “lunga”, la CEN**/B di 81 Km;
16 nella CEN*/R di 54 Km;
18 nella DEBUTTANTI di 27 Km (11 Agonisti, 8 NON Agonisti)
La Giuria di gara è stata presieduta da MONIA D’ATTANASIO affiancata da SARITA PAOLINI e da UGO DI GIROLAMO.
Alla testa della Commissione Veterinaria è stato chiamato il dott. PAOLO TORLONTANO che nel ruolo di ARBITRO IMPARZIALE è stato affiancato dalla collega laziale, la dott.ssa LICIA SCACCO.
Alle ore 8 e 50 minuti primi si è alzato il sipario sulla manifestazione con la partenza in frotta dell’81 Km di velocità.
In questa categoria si è imposta MARANGONI MARA (foto repertorio) in sella alla purosangue araba di 8 anni DOLBY SORROUND.
L’entusiasmante volata che l’ha vista protagonista insieme a STEFANIA FACCIA ha mietuto una vittima, il cavallo di quest’ultima.
DRAVIC, abituato anche a gare più lunghe, si è dovuto arrendere al responso negativo del cardiofrequenzimetro, che ha segnato per lui 66 battiti e quindi, come da regolamento in vigore, è stato eliminato.
In II^ posizione troviamo un’altra amazzone OTTAVIA CORSI che in sella a MELOS ha preceduto sul traguardo il compagno di scuderia, GIANLUCA LALISCIA in sella a LE BLANC.
Dei 13 binomi al via sono stati 10 quelli capaci di portare al termine in modo indenne i 3 giri previsti.
E’ stato NATALE ANDREA in sella all’Anglo Araba ENA FRISCA DE ZAMAGLIA ad aggiudicarsi la vittoria nella 54 Km di regolarità.
Alle sue spalle troviamo l’atleta dell’Esercito Italiano CARLO DI BATTISTA che per l’occasione ha impegnato lo stallone purosangue arabo KABUX; esso ha fatto registrare la stessa frequenza cardiaca della vincitrice – 37 battiti – ma, una media di poco più bassa, l’ha relegato in II^ posizione.
Medaglia di bronzo per il giovane ROBERTO TERZINI in sella al Psa grigio WENTO, che si è presentato in visita finale con 43 di frequenza cardiaca.
Wento - soggetto dotato di belle andature e di una struttura solida - sta regalando ai fratelli Terzini - Roberto e Domenico - delle bellissime soddisfazioni.
Non più tardi di 40 giorni fa, infatti, ha fatto ben figurare Domenico nella 142 Km in due giorni – la 71 + 71 Km. svoltasi a Castel di Sangro.
Dei 16 binomi partenti sono stati 13 quelli capaci di ultimare senza problema alcuno i 54 Km di gara.
Nella Debuttanti Agonistica disputata sulla distanza dei 27 Km ad imporsi è stato BASCELLI FRANCESCO in sella a MALIK EL NILE.
La superba frequenza di MALIK EL NILE – 33 battiti – ha consentito a Francesco di salire sul gradino più alto del podio.
La giovane BRUNO MARIA LAURA in sella ad IMONIA ha saputo collezionare - grazie ai 36 battiti fatti registrare dalla sua compagna di gara – un ottimo risultato.
In terza posizione troviamo un’altra amazzone, RECCHIA ERICA e il suo LIANU.
Lianu - soggetto Anglo Arabo di 5 anni - ha fatto registrare 37 di frequenza cardiaca in visita finale, cosi da regalare alla sua interprete una giornata felice.
Sono stati 9 i binomi ad ultimare questa categoria, si conta un eliminato per zoppia e un ritiro.
Nella categoria ludica anch’essa di 27 Km vediamo i migliori 3 punteggi ottenuti da: Fiore Mariella, Villani Angelo e Frezza Carmine.
L’Endurance di un tempo, quello non frenetico e rilassato, è andato in scena a Vittorito in una Domenica di fine Novembre.
Un grazie all’organizzazione tutta e in primis alla famiglia Marrama per aver profuso ogni sforzo per la riuscita ottimale dell’evento.
Per S.E. l’inviato a Vittorito
F. Caporossi
MaraUna giornata tipicamente invernale, non piovosa per fortuna, ha accompagnato nello svolgimento la gara di endurance svoltasi a Vittorito in Abruzzo lo scorso fine settimana. Il Comitato organizzatore, “I Cavalieri dell’Antera”, ha predisposto, come di consueto, “la base operativa” presso le strutture del Campo Sportivo cittadino. Ad iscrizioni ultimate sono risultati essere 47 i binomi pronti a darsi battaglia e cosi ripartiti nelle 3 categorie in programma: 13 nella “lunga”, la CEN**/B di 81 Km; 16 nella CEN*/R di 54 Km; 18 nella DEBUTTANTI di 27 Km (11 Agonisti, 8 NON Agonisti) La Giuria di gara è stata presieduta da MONIA D’ATTANASIO affiancata da SARITA PAOLINI e da UGO DI GIROLAMO. Alla testa della Commissione Veterinaria è stato chiamato il dott. PAOLO TORLONTANO che nel ruolo di ARBITRO IMPARZIALE è stato affiancato dalla collega laziale, la dott.ssa LICIA SCACCO. Alle ore 8 e 50 minuti primi si è alzato il sipario sulla manifestazione con la partenza in frotta dell’81 Km di velocità. In questa categoria si è imposta MARANGONI MARA (foto repertorio) in sella alla purosangue araba di 8 anni DOLBY SORROUND. L’entusiasmante volata che l’ha vista protagonista insieme a STEFANIA FACCIA ha mietuto una vittima, il cavallo di quest’ultima. DRAVIC, abituato anche a gare più lunghe, si è dovuto arrendere al responso negativo del cardiofrequenzimetro, che ha segnato per lui 66 battiti e quindi, come da regolamento in vigore, è stato eliminato. In II^ posizione troviamo un’altra amazzone OTTAVIA CORSI che in sella a MELOS ha preceduto sul traguardo il compagno di scuderia, GIANLUCA LALISCIA in sella a LE BLANC. Dei 13 binomi al via sono stati 10 quelli capaci di portare al termine in modo indenne i 3 giri previsti. E’ stato NATALE ANDREA in sella all’Anglo Araba ENA FRISCA DE ZAMAGLIA ad aggiudicarsi la vittoria nella 54 Km di regolarità. Alle sue spalle troviamo l’atleta dell’Esercito Italiano CARLO DI BATTISTA che per l’occasione ha impegnato lo stallone purosangue arabo KABUX; esso ha fatto registrare la stessa frequenza cardiaca della vincitrice – 37 battiti – ma, una media di poco più bassa, l’ha relegato in II^ posizione. Medaglia di bronzo per il giovane ROBERTO TERZINI in sella al Psa grigio WENTO, che si è presentato in visita finale con 43 di frequenza cardiaca. Wento - soggetto dotato di belle andature e di una struttura solida - sta regalando ai fratelli Terzini - Roberto e Domenico - delle bellissime soddisfazioni. Non più tardi di 40 giorni fa, infatti, ha fatto ben figurare Domenico nella 142 Km in due giorni – la 71 + 71 Km. svoltasi a Castel di Sangro. Dei 16 binomi partenti sono stati 13 quelli capaci di ultimare senza problema alcuno i 54 Km di gara. Nella Debuttanti Agonistica disputata sulla distanza dei 27 Km ad imporsi è stato BASCELLI FRANCESCO in sella a MALIK EL NILE. La superba frequenza di MALIK EL NILE – 33 battiti – ha consentito a Francesco di salire sul gradino più alto del podio. La giovane BRUNO MARIA LAURA in sella ad IMONIA ha saputo collezionare - grazie ai 36 battiti fatti registrare dalla sua compagna di gara – un ottimo risultato. In terza posizione troviamo un’altra amazzone, RECCHIA ERICA e il suo LIANU. Lianu - soggetto Anglo Arabo di 5 anni - ha fatto registrare 37 di frequenza cardiaca in visita finale, cosi da regalare alla sua interprete una giornata felice. Sono stati 9 i binomi ad ultimare questa categoria, si conta un eliminato per zoppia e un ritiro. Nella categoria ludica anch’essa di 27 Km vediamo i migliori 3 punteggi ottenuti da: Fiore Mariella, Villani Angelo e Frezza Carmine. L’Endurance di un tempo, quello non frenetico e rilassato, è andato in scena a Vittorito in una Domenica di fine Novembre. Un grazie all’organizzazione tutta e in primis alla famiglia Marrama per aver profuso ogni sforzo per la riuscita ottimale dell’evento. Per S.E. l’inviato a Vittorito F. Caporossi