Italia d'argento agli Europei Young Riders 2018

Dopo l'argento ottenuto dalla nazionale Seniores lo scorso anno in Belgio, arriva la stessa medaglia per gli under 21 e questa volta in casa. Spagna oro, Italia argento, come nel 2016 con l'esclusione del bronzo non assegnato. Otto team in totale e due solamente all'arrivo con almeno tre binomi a riprova della difficoltà di una gara sentita, veloce ed agguerrita corsa nel periodo più caldo dell'anno in Italia. Oro individuale alla Spagna grazie a Raquel Costa Codina con Tunez Cost, seguita dall'argento di Michaela Supekova con Girola de Quercus e il bronzo francese di Lilou Arnaud Tomas con Scherazade Larzac. I 49 binomi partiti a San Rossore contro i 38 dell'edizione 2016, dimostrano si un trend in crescita ma altresì l'oggettiva difficoltà di raggiungere numeri più importanti. Probabilmente questa è la vera fotografia dell'endurance moderno, almeno quello dove sono le federazioni ad investire sui propri atleti accollandosi oneri ed onori portandoli nei vari championships. Non è il momento comunque di riflessioni bensì di festeggiamenti perchè il team azzurro ha dimostrato ancora una volta di essere sul tetto d'Europa e per la seconda volta consecutiva in argento. Un grazie particolare va ai ragazzi che vogliamo citare uno per uno e in ordine di ranking con una hola immaginaria. Niccolò Trotta e Quassia Distinta, Carola Dino e Colorado, Camilla Coppini e Alkimia, Valentina Galli e Agadir by Galuska e Aurora Salvati con Nevosu (Elim.) Congratulazioni a tutto il team Italia...