I "Jet Line" Campioni d'Italia; A Daniele Serioli la lunga

La formula a squadre per un Campionato Italiano ad esse dedicato è piaciuto e ha saputo regalare qualche pizzico di brivido in più, nei già competitivi enduristi. Il Sistema ERTZ che offre la diretta live degli eventi, è stato quanto mai indispensabile per seguire da lontano e da vicino l'evoluzione delle gare in calendario. Ieri a Provaglio d'Iseo, con un tempo totale di 22 ore 54 minuti e 22 secondi, i "Jet Line" si sono laureati Campioni d'Italia. Nel team (dove sono stati presi in considerazione i tempi dei migliori 3) composto da Andres Domingo Cordoba, Valentina Colombo, Donatella Accampi e Chiara Rosi, troviamo anche il vincitore individuale della CEI2* ovvero l'argentino che vive ormai in Italia da anni, il funambolo Mr. Cordoba. [caption id="attachment_10456" align="aligncenter" width="560" caption="Andres il funambolo...."][/caption] Andres in sella a Koela de la Dour, finalmente, dopo tanti piazzamenti in carriera, aggiunge nel suo curriculum, il suo primo meritato primo posto. Per lui media totale di 17,30 km/h Ad un minuto e mezzo circa per il secondo posto è arrivato l'abruzzese Luca Berardi su L'Eremita di Gallura e a seguire il navigato duo toscano Antonio Vaccarecci/Eldor. L'acuto più importante di giornata porta, ancora una volta, la firma di un Serioli; è Daniele a mettere la ciliegina sulla sua torta. Quella che porta a casa il giovane cavaliere lombardo è una torta dal sapore dolce dopo un 2013 che in effetti, meglio di così, non poteva andare. Provaglio porta fortuna a Le Griot che nel mese di maggio arrivò 5° in CEI1* proprio all'Ambassador; dopo l'eliminazione ai Campionati Italiani Assoluti, il miglior riscatto è stata la vittoria di ieri alla media totale di 15,011 km/h. Secondo posto per Luca Campagnoni al debutto in 160 km. In compagnia della femmina psa Kida con la quale arrivò 8° alla CEI2* in 2 giorni di Torgnon, ieri non è mai uscito dal podio virtuale per tutta la gara meritando il secondo gradino del podio. Terzo posto per un altra debuttante in 160, trattasi di Bormane de Piboul, femmina araba del 2005 Campionessa d'Italia 2013 insieme alla Young Riders Mara Feola. Questa a volta a guidare la forte cavalla, l'esperto cavaliere aquilano Carlo Di Battista che l'ha condotta al traguardo a 14,47 km/h di media totali. Veniamo alla 120 J/YR che è stata praticamente presa d'assalto dal team Bosana. Una gara questa CEI2* terminata in gruppo. Nel giro di 12 secondi tutti i partecipanti hanno tagliato il traguardo finale salutando la vittoria di Alessandro Cavallone con Penarol, la seconda piazza di Luca Zappettini su Olivo della Bosana ed il terzo di Carolina Botteschi su Eureka. La CEI1* è andata alla spagnola Laura Vilaregut Carrera su Ares seguita da Federica Mandelli su Mirto e da Donina Rubagotti Ramon su Quoz el Dormane CLASSIFICHE