Conzano: "cronaca di un esperimento ben riuscito"

L'inedita formula della Cat. CEN**/B in due giorni, valevole anche come prova unica del Campionato Piemontese di Categoria, ha riscosso un grande successo.
Nella splendida cornice del Circolo Ippico Il Castagneto, situato vicino a Casale, la cosiddetta, "capitale del Monferrato", ben 18 binomi si sono dati battaglia in una gara tecnica che si è rivelata molto selettiva con la conclusione in classifica di solo sei binomi.
Il primo giorno partenza alle ore 9 con una leggera pioggia a mantenere fresca la temperatura.
Sin dalla prima assistenza del primo giro subito in testa Costantino Grasso con Capucine de Maury con a ruota Valente Claudio su Devinette de Maury che manterranno la testa della corsa fino alla fine del primo giro, a seguire il gruppo più o meno compatto.
Tagliano per primo  il traguardo  Grasso seguito a un secondo da Valente e a un altro secondo da Chiappello Stefano su Boromir.
Valente viene fermato al cancello per zoppia mentre Grasso entra per primo al cancello incalzato da Millia Giuseppe su Pachim Du Loup che ha un ottimo recupero cardiaco mentre Chiappelo, a causa di un recupero faticoso, entra al cancello in settima posizione.
Si riparte per il secondo giro che nuovamente vede in testa Grasso che però viene fermato al cancello per frequenza cardiaca alta e per zoppia, mentre Milla e il suo Pachim giunti al traguardo in seconda posizione, passano la visita e si aggiudicano la prima giornata di gara seguiti a cinque minuti da un quartetto composto da Blaszczyk Renata su Sweet Talk, Barbiero Anna Romano su Darki de Cardone,  Noviello Antonio su Colorado e Chiappello Stefano su Boromir.
I 13 binomi che hanno concluso la prima giornata ripartono tutti per il secondo giorno e già alla prima assistenza si vede chi fa sul serio; giungono in testa Noviello e Chiappello mentre i primi inseguitori accumulano più di cinque minuti.
I due battistrada inanellano il giro più veloce a ben 16,994 km/h e lasciano i diretti inseguitori a 25 minuti.
Noviello entra al cancello rapidamente mentre Chiappelo, oltre a un rientro molto lento, vede fermare il suo Boromir per zoppia.
Ripartono per l’ultimo giro Noviello seguito da Blaszczyk  mentre la sua compagna di avventura Barbero  Anna su Darki viene fermata per zoppia, Berto Carmen su Marere Chebira, Giacchero Patrizia su Dadhà, Catelli Silvia su Naomi e Cordoba Domingo Andres su Maestro.
Noviello e il suo Colorado affrontano con grinta l’ultimo giro e si aggiudicano senza fatica la gara tagliando il traguardo con 49 minuti di vantaggio sull’ottima seconda Blaszczyk Renata  su Sweet Talk; le altre posizioni rimangono invariate.
Noviello oltre alla gara si aggiudica anche il Campionato Piemontese in prova unica e il suo Colorado la Best Condition.
La gara tecnica ha ricevuto il plauso dei partecipanti sia per il percorso che per l’ottima logistica e organizzazione a cui va un plauso più che meritato, anche in considerazione del fatto che si trattava della prima esperienza.
Il C.O.
L'inedita formula della Cat. CEN**/B in due giorni, valevole anche come prova unica del Campionato Piemontese di Categoria, ha riscosso un grande successo. La stessa era convenzionata con il RANKING Endurance 2010. [caption id="attachment_1631" align="aligncenter" width="550" caption="La partenza nel bosco"]La partenza nel bosco[/caption] Nella splendida cornice del Circolo Ippico Il Castagneto, situato vicino a Casale, la cosiddetta, "capitale del Monferrato", ben 18 binomi si sono dati battaglia in una gara tecnica che si è rivelata molto selettiva con la conclusione in classifica di solo sei binomi. Conzano1Il primo giorno partenza alle ore 9 con una leggera pioggia a mantenere fresca la temperatura. Sin dalla prima assistenza del primo giro subito in testa Costantino Grasso con Capucine de Maury con a ruota Valente Claudio su Devinette de Maury che manterranno la testa della corsa fino alla fine del primo giro, a seguire il gruppo più o meno compatto. Tagliano per primo  il traguardo  Grasso seguito a un secondo da Valente e a un altro secondo da Chiappello Stefano su Boromir. Valente viene fermato al cancello per zoppia mentre Grasso entra per primo al cancello incalzato da Millia Giuseppe su Pachim Du Loup che ha un ottimo recupero cardiaco mentre Chiappelo, a causa di un recupero faticoso, entra al cancello in settima posizione. Si riparte per il secondo giro che nuovamente vede in testa Grasso che però viene fermato al cancello per frequenza cardiaca alta e per zoppia, mentre Milla e il suo Pachim giunti al traguardo in seconda posizione, passano la visita e si aggiudicano la prima giornata di gara seguiti a cinque minuti da un quartetto composto da Blaszczyk Renata su Sweet Talk, Barbiero Anna Romano su Darki de Cardone,  Noviello Antonio su Colorado e Chiappello Stefano su Boromir. I 13 binomi che hanno concluso la prima giornata ripartono tutti per il secondo giorno e già alla prima assistenza si vede chi fa sul serio; giungono in testa Noviello e Chiappello mentre i primi inseguitori accumulano più di cinque minuti. I due battistrada inanellano il giro più veloce a ben 16,994 km/h e lasciano i diretti inseguitori a 25 minuti. Noviello entra al cancello rapidamente mentre Chiappelo, oltre a un rientro molto lento, vede fermare il suo Boromir per zoppia.Conzano2 Ripartono per l’ultimo giro Noviello seguito da Blaszczyk  mentre la sua compagna di avventura Barbero  Anna su Darki viene fermata per zoppia, Berto Carmen su Marere Chebira, Giacchero Patrizia su Dadhà, Catelli Silvia su Naomi e Cordoba Domingo Andres su Maestro. Noviello e il suo Colorado affrontano con grinta l’ultimo giro e si aggiudicano senza fatica la gara tagliando il traguardo con 49 minuti di vantaggio sull’ottima seconda Blaszczyk Renata  su Sweet Talk; le altre posizioni rimangono invariate. Noviello oltre alla gara si aggiudica anche il Campionato Piemontese in prova unica e il suo Colorado la Best Condition. La gara tecnica ha ricevuto il plauso dei partecipanti sia per il percorso che per l’ottima logistica e organizzazione a cui va un plauso più che meritato, anche in considerazione del fatto che si trattava della prima esperienza. Il C.O.