Con le cat. ASSI/ANICA cala il sipario su Arborea

Cala si il sipario su Arborea ma la Sardegna apre le porte all’endurance italiano proponendosi come vetrina naturale - Con l’assegnazione dei premi ASSI e ANICA si è conclusa all’Horse Country Resort di Arborea la “tre giorni” dedicata all’Endurance. Dopo la Coppa delle Regioni 2013, disputata nella giornata di sabato, e vinta dalla squadra del Lazio, oggi sono stati i cavalieri sardi a primeggiare nelle diverse categorie. En plein quattro mori nella CEN/B valevole sia per la classifica ASSI-UNIRE e sia per il campionato ANICA: primo Daniele Pulinas con Orazia de Zamaglia, secondo il giovanissimo Pierpaolo Careddu con Ozzastra e terzo Giancarlo Delinna con Obiron. [caption id="attachment_10494" align="aligncenter" width="560" caption="Foto Matteo Perini - www.studiotamtam.it "][/caption] Oltre al secondo posto, per il young rider Careddu anche la gioia di ricevere il premio “best condition” e il premio ANICA riservato ai cavalli di sei anni. Nella CEN/A ancora la Sardegna sul gradino più alto del podio grazie alla presenza di Penelope del Ma, la cavalla con la quale Alessandro Zineddu, di chiare origini isolane, è arrivato per primo al traguardo. Alessandro Cocciuti in sella ad Etruria ha fatto man bassa di premi, oltre a quello per il secondo posto della “60 km” ha vinto pure il premio ANICA e la best condition. [caption id="attachment_10495" align="aligncenter" width="560" caption="Foto Matteo Perini - www.studiotamtam.it "][/caption] Terza classificata della CEN/A, la young rider Michela Marcucci con Patarozi. Alessandro Piro con Dyron, Marco Angeli con Alkimia (best condition), Irene Avitabile con Quarzo del Ma, sono i primi tre della categoria Debuttanti ASSI-UNIRE. Oltre a queste prove una ventina di cavalieri ed amazzoni isolani si son cimentati nelle stesse tre categorie, CEN/B, CEN/A, e Debuttanti, valevoli solo come prove per ottenere le qualifiche. Da segnalare le buone performance di Valeria Soro con Nonna of Spot nella 90 km, di Gianluca Congiu con Palma di Chia, Peppino Medda con Peppe e Paola Zoccheddu con Nevada de Bonorva nella CEN/A, e di Chiara Avitabile con Pedra di Gallura, Giovanni Corria con Peonia Prima, Cosimo Guillot con Lernot, Valentina Piras con Euforbya e Anna Teresa Vincentelli con Majie de Piboul nella Debuttanti. Va così in archivio la prima edizione della Coppa delle Regioni disputata in Sardegna che, nonostante la defezione di alcune regioni,spaventate dal viaggio e da una strana offerta Tirrenia che proponeva sconti ufficiali inferiori a quelli ordinari è stato un autentico successo con un totale di quasi 150 iscritti (record regionale per l’endurance) che per tre giorni sono stati all’Horse Country partecipando a tutte le fasi, non solo gare ma anche divertimento, cene, feste, che l’organizzazione dello staff di Arborea e del Comitato della Fise, hanno allestito con la collaborazione del Presidente della Giunta, Ugo Cappellacci, dell’agenzia Sardegna Promozione con il Direttore Mariano Mariani, e con Sergio Milia, l’Assessore Regionale alla Pubblica Istruzione, Beni Culturali, Informazione, Spettacoli e Sport che con il loro intervento non solo hanno reso possibile questa manifestazione, ma hanno dato il via a una serie di eventi legati al cavallo che da ora e per tutto il 2014, porteranno il nome della Sardegna in tutto il mondo. In un convegno tenutosi in agosto proprio all’Horse Country, il Presidente Cappellacci si era esposto in prima persona per reperire finanziamenti per il settore cavallo, arrivato ormai al capolinea. Anche per questa gara è ripartito il sistema, dimostrando che il cavallo sardo è una risorsa che può fare da traino all’economia regionale. Dello stesso avviso è stato Stefano Meloni, Presidente del C.R. Fise che si è detto più che soddisfatto dell’andamento di questa manifestazione e <<pronto ad andare alla Fise a Roma a far valere i numeri raggiunti per ottenere l’organizzazione di altri eventi, perché una struttura come l’Horse Country non c’è in nessun’altra regione e si può utilizzare per dodici mesi all’anno>>. Carlo Mulas, carlomulas@tiscali.it Giovanni Manca, tallai@tiscali.it Ufficio Stampa Comitato Regionale Sardegna