Clima disteso e proficuo all’Acqua Acetosa

Si è svolto oggi a Roma, presso il centro sportivo di preparazione olimpica "Giulio Onesti", la riunione del Dipartimento Endurance con i referenti e i veterinari regionali. Nella stessa sede si è svolta la premiazione dei quattro cavalieri presenti ovvero, Chiara Marrama, premiata per il titolo di Campionessa italiana 2010, Chiara Rosi vincitrice della Coppa Italia 2010, Dario Fondi, Campione italiano YR e Luca Zappettini, atleta dell’anno 2010. Presenti il Presidente della FISE avv. Andrea Paulgross, il Direttore Sportivo David Holmes e per la commissione endurance Daniele Gagliardi e Mino Testa. A fare da moderatore ed oratore per quattro ore ininterrotte, il dott. Gagliardi che ha introdotto il saluto del Presidente il quale ha di seguito premiato gli atleti citati. [caption id="attachment_3806" align="aligncenter" width="500" caption="Il Presidente premia Chiara Marrama dell'Esercito Italiano"][/caption] [caption id="attachment_3807" align="aligncenter" width="500" caption="Andrea Paulgross premia Dario Fondi"][/caption]

[caption id="attachment_3808" align="aligncenter" width="500" caption="Andrea Paulgross e Luca Zappettini"][/caption] [caption id="attachment_3809" align="aligncenter" width="500" caption="Il Presidente FISE con Chiara Rosi"][/caption] In questa sede Sportendurance non vuole sostituirsi alla voce ufficiale della FISE, che uscirà con un suo comunicato dettagliato dell’incontro lunedì prossimo, ma dare un assaggio di quanto ascoltato durante i lavori. Il Presidente ha aperto i lavori sottolineando il suo attaccamento alla disciplina dell’endurance ed ai suoi abitanti, auspicando un radicale risanamento di tutte le problematiche insite in una pratica affascinante ed in forte espansione. La federazione chiede risultati sportivi alla Commissione che, a distanza di un anno circa dal suo insediamento, sembra avere le idee chiare per il proseguo di stagione. [caption id="attachment_3810" align="aligncenter" width="500" caption="Platea"][/caption] Spesso non siamo stati perfettamente in linea con la politica adottata dalla Commissione, oggi, speriamo di esserci ricreduti ascoltando un sereno dibattito e novità a iosa. Si prefigura un futuro fatto di scambio di idee tra i cavalieri che avranno un loro rappresentante, tra i tecnici, i proprietari i circoli ippici e la Commissione stessa con un continuo confronto. [caption id="attachment_3811" align="aligncenter" width="500" caption="Platea"][/caption] La nascita di una sorta di Consulta dell’endurance che si riunirà spesso a livello territoriale o regionale ed almeno due volte l’anno al livello nazionale per fare il “punto nave”. A fronte delle nomine ricevute dai rappresentanti della Commissione, la stessa vuole prendersi responsabilità con oneri e gioie che il futuro proporrà. Si sono toccati vari argomenti tra i quali spiccano alcuni davvero interessanti. Daremo brevi flash su ognuno, aspettando l’ufficialità come sopra enunciato. Rincari patenti, passaporti ecc. Il Presidente ha annunciato che in sede dello scorso Consiglio Federale, si è fatto un passo indietro rivedendo al ribasso le quote fissate per i rinnovi, fino a tornare quasi alle soglie degli anni passati. Chi avesse già rinnovato si vedrà rimborsate le proprie quote eccedenti, e questa è davvero una bella notizia! Tecnici che accompagnano i minori Anche qui, dopo una lunga e corretta disquisizione con vari interventi mirati ed obiettivi dalla platea, si è giunti ad un accordo previsto e possibile grazie alle famigerate “norme transitorie” che, come indica il termine stesso, sono transitorie dunque passibili di deroghe ed aggiustamenti condivisi. La strada intrapresa per il discorso formazione e tecnici è quella di uniformarsi agli standard europei ma, consci che i cambiamenti devono avere fisiologicamente giusti tempi di maturazione, si è deciso di proseguire come segue: I cavalieri minorenni che necessitano di “accompagnatore” dovranno, in fase di iscrizione alla gara, allegare la firma del tecnico del centro ippico presso il quale si è tesserati, il quale autorizzerà e certificherà che il cavaliere abbia tutte le carte in regola per poter partecipare a d una gara, una sorta di autocertificazione. Per il momento si è deciso di tamponare in questa maniera per permettere lo svolgimento delle imminenti gare e per arrivare alla maturazione di cui sopra con i tempi richiesti da un tale lento processo di cambiamento. Veterinari, giudici e formazione Non entriamo nel merito in attesa di ufficializzazione da parte del sito FISE, comunque possiamo anticipare che la totalità della sala, a nostro avviso, era sufficientemente soddisfatta da quanto prefigurato. Trofeo UNIRE Qui il tasto dolente; la Commissione endurance ha messo in atto una serie di mosse atte a far si che questo importante circuito, l’unico che porta soldi oltre al nostro RANKING TOUR, non vada perso. A proposito del RANKING TOUR il dott. Gagliardi si è soffermato a ribadire le differenze di “mission” dello stesso RANKING e della Computer List. Il primo vuole dare visibilità e remunerare economicamente i binomi più meritevoli, il secondo mirato alla selezione degli atleti in vista di appuntamenti internazionali di rilievo. Lo stesso Gagliardi ha ringraziato Luca Gannangeli, direttore di Sportendurance per il lavoro svolto e per quanto fatto per l’endurance con questo ulteriore e stimolante strumento. Tornando all’UNIRE la Commissione Endurance comunica che le prime 3 tappe pubblicate sul sito UNIRE sono confermate, qualche difficoltà si potrà avere con la finale e con la tappa di Rocca di Papa che “cozza” con la gara a Valeggio sul Mincio, al Garda. La Commissione assicura che si aggiusterà il tiro ed a breve si arriverà ad una risoluzione, spostando location e/o date di quest’ultime. Campionato Italiano Location Anghiari, come lo scorso anno Coppa delle Regioni Centro Ippico Il Caldese, Città di Castello. Selezioni Mondiali YR ed Europei Senior Anche qui tutto ufficioso in attesa della riunione di Commissione che si svolgerà il 19 marzo p.v. Il responsabile della formazione FISE Mino Testa comunica che a fine marzo sono previsti due stage per i YR e Senior ai Pratoni del Vivaro dove il tecnico della Nazionale Denis Pesce vuole procedere con una prima visione dei cavalli che saranno 22 per i Senior e 13 per i YR. Seguiranno poi le pre-selezioni che decreteranno i 7 (5+2 riserve) per Florac e la squadra per il duro compito di Abu Dhabi. A tal proposito per i mondiali YR si è deciso di procedere con un lavoro mirato con i cavalli che dovranno affrontare il deserto andando ad allenarsi in una location sul mare (da definire) che riproduca al massimo le condizioni degli Emirati. Per grandi e piccini le gare indicate come vetrina di pre-selezione sono: Vittorito (Aq) Montechiarugolo (Pr) Garda (Vr) A queste scelte segue un controllo meticoloso dei tre tracciati ai quali verranno apportate le dovute modifiche, laddove possibili, al fine di renderli più aderenti possibile a quello difficilissimo di Florac. Tutto questo e molto altro oggi racchiuso in queste poche righe che sembrano ridare respiro alla situazione spesso difficile dell’endurance italiano e non solo. A chiusura dei lavori viene auspicata coesione, comunione di intenti e di obiettivi a discapito di sterili polemiche che spesso sfiniscono togliendo energie e voglia di migliorare lo stato dell’arte. Luca Giannangeli - S.E. (diritti riservati)