Città di Castello: il bilancio

Le bocce sono finalmente ferme e, passato il lungo week-end, Antonio Vaccarecci dell’Associazione Equestre Valtiberina, ha voluto spendere due parole sull’evento e la sua riuscita. [caption id="attachment_11575" align="alignright" width="158" caption="Antonio Vaccarecci"][/caption] Ci siamo permessi di aggiungere in calce, il commento personale di Marta Bravi, amazzone e cittadina di Città di Castello che ha espresso la propria soddisfazione nel vivere una gara “in casa” e per di più all’interno di una fiera che frequenta sin da bambina. Microfono ad Antonio Vaccarecci: “Archiviata la gara organizzata dalla nostra Associazione Equestre Valtiberina, è il momento di fare un bilancio della manifestazione, che, nonostante le difficoltà di varia natura incontrate nella fase organizzativa, risulta a mio giudizio senz'altro positivo. Questo grazie, in modo particolare, ad Alberto Tarducci, che mi ha accompagnato in questa nuova ed impegnativa avventura con spirito di collaborazione e sacrificio, per attaccamento al nostro sport, senso di responsabilità verso l'Associazione e l'impegno assunto. [caption id="attachment_11577" align="aligncenter" width="542" caption="Foto Matteo Perini - Studio TAM TAM"][/caption] Un ringraziamento anche a tutti i soci e amici che con il loro aiuto hanno contribuito al successo della manifestazione unitamente ai Giudici, ai Veterinari e alla Segreteria. Un riconoscimento va anche a tutti i concorrenti, che con la loro disponibilità hanno reso più facile lo svolgimento di una gara che, per la novità della collocazione all'interno della Mostra del cavallo, presentava difficoltà nuove rispetto alle nostre abitudini. Fanno onore al nostro sport, sempre considerato in modo riduttivo rispetto alle altre attività equestri, i giudizi positivi espressi da quanti erano presenti, secondo i quali la zona a noi riservata all'interno della Mostra ha costituito un esempio di organizzazione , sportività e disciplina. Ci auguriamo che la nostra iniziativa di dare maggiore visibilità all'Endurance possa aprire la strada a progetti più ambiziosi” [caption id="attachment_11574" align="alignleft" width="130" caption="Marta Bravi"][/caption] E’ la volta di Marta Bravi che dice: “l’endurance è passione, cuore, binomio, vita” e continua.. “il piacere e la soddisfazione di aver gareggiato all’interno della Mostra del Cavallo di Città di Castello é stata veramente grande. Sono stata sempre presente alla fiera fin da piccolissima e ho sempre avuto un sogno, quello di portare all'interno della fiera una gara di endurance e potervi partecipare. Molta gente, anche se appartenente al mondo del cavallo, ignora la nostra disciplina ma non in senso dispregiativo, ma nel vero senso della parola, non sa cosa sia! Portarla all'interno della fiera era anche un modo per renderla visibile, mostrarla appunto. Inserire poi nella manifestazione la tappa MiPAFF è stata una mossa geniale e il numero dei partecipanti lo ha dimostrato. Poter gareggiare su terreni e strade che conosci come le "tue tasche" é veramente il massimo. Il lungo Tevere dove si é svolto l’80% del percorso di gara é un tracciato ottimo per una gara e l’ ideale per i giovani cavalli. E’ impagabile incontrare per strada persone che conosci, amici che ti aspettano e ti salutano calorosamente. Penso che l’endurance sia passione, cuore, binomio, vita...domenica scorsa io e il mio piccolo Wild eravamo tutto questo”. P.S. Le foto dell'evento sono disponibili su: WWW.STUDIOTAMTAM.IT