BENE GLI ITALIANI A FONTAINEBLEAU

Ancora una volta il Grand Parquet dell'Endurance di Fontainebleau, è stato testimone di una gara entusiasmante. Caroline e Gill Cabardos, gli organizzatori, nonostante il difficile momento sanitario mondiale, sono riusciti a richiamare oltre 140 cavalli nelle varie categorie tra i quali i nostri Claudia Demarie (in foto), un super Vincenzo Abbruzzese, Sara Botticchio con SG Krios (purtroppo eliminata in CEI3* 140 km) che vivono in Italia e Melissa Bisoffi residente in Francia (purtroppo eliminata in CEI1* con Nazca de Maraval) e Perrine Campanini, anche lei in Francia, (eliminata in CEI1* con Dynamic Legend. L'amazzone Valdostana Demarie ha chiuso brillantemente al 5° la CEI2* 154 km. in sella ad Edessa Bosana (17,1 km/h) centrando così un'importante qualifica per le 160; scendiamo in Toscana dove un instancabile Vincenzo ha chiuso prima la CEI3* 140 km. in ottava posizione con Turandot e il giorno dopo la CEI1* in 21° posizione in compagnia di Camelia Des Baraques a 16.2 km/h. Nel complimentarci con entrambi, sottolineiamo la dichiarazione della Demarie, raggiunta telefonicamente al termine della prova. "Andare a fare una gara in una location del genere, nel tempio dell'endurance, è stata un'emozione incredibile. La location è stata impeccabile, dall'accoglienza alla posizione delle strutture presenti; tutto era a portata di mano, tutto molto semplice. Qui è uscita fuori la grande esperienza di un Comitato Organizzatore che ormai da decenni propone gare di altissimo livello. Per quanto riguarda la situazione Covid ovviamente siamo partiti un po' dubbiosi. Non sapevamo se ci avessero fermato o meno e invece, tutto è filato liscio. Devo dire che la pressione in Francia è molto più bassa rispetto in Italia. Mascherina obbligatoria, distanziamenti e protocolli applicati alla lettera, nessuna misurazione di febbre e controllo di documenti. Forse per questo la curva contagi da loro è più alta, non so, comunque questa era la mia impressione. Per quanto riguarda la gara non ci aspettavamo una performance del genere. L'idea era di qualificare, punto, invece la cavalla stava benissimo, complice forse le temperature; freddissimo, lmai sopra i 5/6°! I cartellini veterinari in corsia erano ottimi dunque ci siamo goduti la bella media finale e il difficile ma avvincente week-end. Grazie a tutti quelli che mi hanno supportato e grazie a voi per il sempre puntuale lavoro di rifinitura post gara". Risultati su Yamamah App