Alla scoperta di Torgnon

lovevda_ITSituato sulla destra orografica del torrente Marmore, a 1489 metri di altitudine, con una splendida vista sul Cervino, Torgnon è un antico borgo sparso in numerose frazioni che conservano la caratteristica architettura alpina. La favorevole esposizione al sole, il clima mite e strutture ricettive di buon livello rendono questa località molto frequentata.

Oltre al turismo, l’agricoltura e l’allevamento hanno rappresentato e rappresentano tuttora una ricca fonte di sostentamento.

La chiesa parrocchiale dedicata a San Martino conserva un interessante pulpito in legno intagliato e un notevole crocifisso ligneo. Dal vicino Colle di Saint-Pantaléon la vista spazia sull’intera Valtournenche, con le Grandes Murailles, il Cervino, e il ghiacciaio del Breithorn e sulla Valle Centrale. Superato il colle è possibile scendere, attraversando la vasta conca esposta al sole, e raggiungere i centri abitati di Saint-Denis e Chambave.

In estate gli amanti delle attività all’aperto hanno a disposizione numerosi itinerari escursionistici, percorsi per mountain bike e passeggiate a cavallo. Non è raro, percorrendo i sentieri più elevati, incontrare camosci, stambecchi e marmotte e trovare le stelle alpine. In località Chantorné a 1765 metri, in una bella pineta, si trova un’area attrezzata per il pic-nic.

Il comprensorio per lo sci alpino è piuttosto vasto e gode di una splendida esposizione al sole al riparo dai venti settentrionali. Con 10 piste dotate di innevamento programmato garantisce divertimento ad agonisti e surfisti ma è anche alla portata dei più piccini e degli sciatori meno esperti. Le piste sono servite da impianti che salgono sino a 2.250 metri di quota, mentre due tapis roulants si trovano all’interno del Winter Park, parco giochi sulla neve con diverse attrazioni per i più piccoli. Per gli amanti dello snowboard è a disposizione un’area con jump, rail e zona principianti.

I tracciati per lo sci di fondo consentono di scegliere percorsi di varia lunghezza, dai 2 ai 30 chilometri. Le piste si snodano all’interno di un fitto bosco di conifere e radure, da cui apprezzare tutta la maestosità del Cervino.*

Questo è lo scenario all'interno del quale si inserirà l'edizione numero 19 della classica Endurance che è ormai considerata la Florac d'Italia. Quest'anno il Big Mountain Trophy si svolgerà tra il 7 ed il 10 Luglio, ed il Comitato Organizzatore ha preparato un programma di tutto rispetto, con una CEI1* 90, due CEI2* 120 (una seniores ed una young riders), una CEI2* 70+ ed una CEI3* 90+ di due giorni.

Numerosissime saranno le persone che prenderanno parte a questo evento, e per poter contribuire ad aiutarle nel pianificare la propria permanenza segnaliamo la pagina web dedicata alla località di Torgnon ed il sito ufficiale del turismo in Valle d'Aosta, raggiungibile tramite questo link, ricchissimi di informazioni utili anche per la prenotazione gratuita del proprio soggiorno.

Anche SportEndurance si affianca allo sforzo promozionale di questo evento meraviglioso: qui potete trovare la pagina dedicata agli atleti non-italiani, e qui una raccolta di tutti i nostri articoli dedicati a Torgnon.

G. Graziani
Intestazione_hp_lovevda_champoluc
(* fonte lovevda.it)