A Provaglio, doppio appuntamento per i binomi della KP

Di seguito il prezioso contributo di Cristina Mattioli - Matea con Samuel e Nidal con Antonello si sono cimentati nella Cei* di Provaglio d’Iseo mentre Claudio/Texalina, Giulia/Helios e Piercarlo/Derkam hanno provato e qualificato i cavalli nella cen A di Borgo d’Ale. Sabato nel tardo pomeriggio il gruppo della Cei*, composto da Samuel con gli assistenti Bruno, Stefania e Nemo e Antonello con Cristina, Viviana, Alessia e Greta parte alla volta di Provaglio dove arriva in serata; sistemati i cavalli ci concediamo una birra e poi tutti a letto. I binomi che disputeranno la gara in Piemonte invece partiranno la mattina presto da Alessandria. A Provaglio , anche se l’obbiettivo è qualificare, i cavalli stanno bene e per i primi due giri, grazie anche a rientri molto veloci, i nostri rimangono a ridosso dei due battistrada toscani, pronti a dare battaglia nel giro finale. Purtroppo però al riesame del secondo giro Nidal viene fermato per una zoppia che onestamente noi non vediamo, ma il giudizio dei veterinari è insindacabile e Antonello, con la sua solita educazione, accetta il responso. Adesso tutta la squadra si concentra su Matea che non accenna a rallentare il ritmo e allora proviamo a raggiungere i primi due. Poco dopo la terza assistenza c’è il ricongiungimento a cui segue l’arrivo in volata nella quale, anche a causa di una caduta del nostro binomio, non c’è nulla da fare, e Samuel taglia il traguardo terzo ma sicuramente va bene così. Ci accingiamo a far rientrare il cavallo quando ci accorgiamo che ha perso un ferro, si pensa subito che sia stato durante la caduta avvenuta poche centinai di metri prima del traguardo, quindi mentre noi ci occupiamo del cavallo Samuel e Bruno partono alla ricerca del ferro; poco dopo tornano “vittoriosi” con il ferro mancante, e il nostro maniscalco Bruno è rapidissimo a rimetterlo. Finalmente possiamo andare in visita con Matea che batte 43 e un buon trotto che ci garantisce il definitivo terzo gradino del podio e vedere Samuel uscire dal cancello con le lacrime agli occhi ci fa capire ancora una volta cosa è il vero endurance. Nel frattempo teniamo i contatti con il resto della squadra che da Borgo d’Ale ci informa sugli ottimi risultati dei tre binomi in gara, tutti qualificati nella cen A e con un 38 di cuore per il puledro KP Helios, di proprietà del nostro presidente Adriano e figlio della cofondatrice della squadra, Kassandra.